Il Tufo Nella Storia

Il tufo, roccia piroclastica di origine vulcanica, cominciò ad essere usato come materiale da costruzione sin dal VII secolo a.C., dai primi Romani e dalla più evoluta civiltà etrusca.

Le opere realizzate con questo materiale e giunte ai giorni nostri sono innumerevoli ed illustri, ad esempio basti pensare al Colosseo,  costruito dall’imperatore Vespasiano e completato da suo figlio Tito nell’80 d.C.. L’edificio era destinato ai combattimenti e giochi tra i gladiatori (munera) e alle simulazioni di caccia ad animali feroci ed esotici (venationes) e la sua costruzione venne realizzata con blocchi di tufo.

Un altro celebre esempio sono le Mura Serviane, note con il nome di "cinta serviana", che costituiscono la cinta muraria urbana più antica di Roma. Secondo la tradizione queste mura furono realizzate dal sesto re di Roma, Servio Tullio, alla metà del VI sec. a.C. In realtà i resti superstiti di esse, in blocchi di tufo, sono più recenti e risalgono all'incirca alla prima metà del IV sec. a.C.

Sempre a Roma troviamo Castel Sant’Angelo, voluto e probabilmente ideato dallo stesso imperatore Adriano nel 123 d.C. come mausoleo di famiglia, che era costituito da un enorme cilindro, di circa 65 metri di diametro, realizzato in tufo e travertino.

Un esempio più recente situato nella nostra zona di appartenenza è il Forte Sangallo, fatto costruire da papa Alessandro VI Borgia a Civita Castellana.
Il progetto fu affidato ad Antonio da Sangallo il Vecchio nel 1494, ma portato a termine dal nipote Antonio da Sangallo il Giovane, sotto il pontificato di papa Giulio II, divenendo cosi per gli annali di storia "Forte Sangallo".

Gli esempi che potremmo citare sono tantissimi e questo ci aiuta a capire e a comprendere meglio l’importanza storica che ha avuto nei secoli questo materiale utilizzato da sempre nella realizzazione di edifici maestosi, chiese, cinte murarie e strutture che conservano ancora intatto il loro fascino.

Cava Foffi S.r.l.

Loc. San Silvestro snc, - 01033 Civita Castellana (VT)

C.F. e P. IVA 00353310568

Tel. +39 0761 572940   Fax +39 0761 57500

Administrator:

Lanfranco Foffi 335 8484874